Diario di bordo

38,160 anime hanno attraversato la mia vita...

25-12-05

..And so..
This is Xmas..

Xki nn fosse a conoscenza dello svedese...God Jul vuol dire Bruone feste! ^^

..commenta..


14-12-05

Male, male.
Stasera male.
Mangio, tutto. Mangio mangio mangio
Mangio.
So ke nn dovrei ma mangio.
Cerco di non pensare ke nn dovrei mangiare e ke domani ho filosofia.
Ma i pensieri partono da soli.
Non volevo andasse a finire così stasera.
Ansia.
Musica triste.
Amelie.
Dolce tortura
in una serata buia..
gloomy
Sonno.
Filosofia.
Cibo.
Fame, sempre fame.
Filosofia
Fame
Sonno.
musica..dolce musica..dolce terribile musica.
Amelie.
Stomaco contorto.
Testa ke scoppia.
Ansia.
non
ho
la
forza
di
reagire.

Male

E non voglio essere giudicata.
Sono matta.
Sì.

..commenta..


1-12-05

..giornata mondiale della lotta contro l'Aids..

..commenta..


29-11-05

..Ma BENE!
Siamo nel 2005 e ancora ci sono scene di kuesto genere...
Non ho parole.
Provo solo pietà nei confronti di kueste persone.. che, mentalmente, sono rimaste al medioevo..
Ma allora bruciate le streghe!!!
No?!?!

..pena, mi fate solo pena.

Io sono con Zoro.

Non ho altro da aggiungere.

..commenta..


28-11-05

Il Giardino Sofferente

Tutto è male.
Cioè tutto quello che è, è male;
che ciascuna cosa esista è male;
ciascuna cosa esiste per fin di male;
l’esistenza è un male e ordinata al male;
il fine dell’universo è male;
l’ordine e lo stato, le leggi, l’andamento naturale dell’universo altro non sono che male, né diretti ad altro che al male.
Non vi è altro bene che il non essere;
non v’ha altro di buono che quel che non è;
le cose che non son cose: tutte le cose sono cattive.
Il tutto esistente;
il complesso dei tanti mondi che esistono;
l'universo;
non è che un neo, un bruscolo in metafisica.
L'esistenza, per sua natura ed essenza propria e generale, è un'imperfezione, un'irregolarità, una mostruosità...

[...]

Non gli uomini solamente, ma il genere umano fu e sarà sempre infelice di necessità.
Non il genere umano solamente ma tutti gli animali.
Non gli animali soltanto ma tutti gli altri esseri al loro modo.
Non gl'individui, ma le specie, i generi, i regni, i globi, i sistemi, i mondi.
Entrate in un giardino di piante, d'erbe, di fiori.
Sia pur quanto volete ridente. Sia nella più mite stagione dell'anno. Voi non potete volger lo sguardo in nessuna parte che voi non vi troviate del patimento.
Tutta quella famiglia di vegetali è in istato di souffrance, qual individuo più, qual meno. Là quella rosa è offesa dal sole, che gli ha dato la vita; si corruga, langue, appassisce.
Là quel giglio è succhiato crudelmente da un'ape, nelle sue parti più sensibili, più vitali.
Il dolce miele non si fabbrica dalle industriose, pazienti, buone, virtuose api senza indicibili tormenti di quelle fibre delicatissime, senza strage spietata di teneri fiorellini.
Quell'albero è infestato da un formicaio, quell'altro da bruchi, da mosche, da lumache, da zanzare;
questo è ferito nella scorza e cruciato dall'aria o dal sole che penetra nella piaga;
quello è offeso nel tronco, o nelle radici;
quell'altro ha più foglie secche;
quest'altro è roso, morsicato nei fiori;
quello trafitto, punzecchiato nei frutti.
Quella pianta ha troppo caldo, questa troppo fresco;
troppa luce, troppa ombra;
troppo umido, troppo secco.
L'una patisce incomodo e trova ostacolo e ingombro nel crescere, nello stendersi;
l'altra non trova dove appoggiarsi, o si affatica e stenta per arrivarvi.
In tutto il giardino tu non trovi una pianticella sola in istato di sanità perfetta.
Qua un ramicello è rotto o dal vento o dal suo proprio peso;
là un zeffiretto va stracciando un fiore, vola con un brano, un filamento, una foglia, una parte viva di questa o quella pianta, staccata e strappata via.
Intanto tu strazi le erbe co'tuoi passi;
le stritoli, le ammacchi, ne spremi il sangue, le rompi, le uccidi.
Quella donzelletta sensibile e gentile, va dolcemente sterpando e infrangendo steli.
Il giardiniere va saggiamente troncando, tagliando membra sensibili, colle unghie, col ferro.
Certamente queste piante vivono;
alcune perché le loro infermità non sono mortali, altre perché ancora con malattie mortali, le piante, e gli animali altresì, possono durare a vivere qualche poco di tempo.
Lo spettacolo di tanta copia di vita all'entrare in questo giardino ci rallegra 1'anima, e di qui è che questo ci pare essere un soggiorno di gioia.
Ma in verità questa vita è trista e infelice, ogni giardino è quasi un vasto ospitale (luogo ben più deplorabile che un cemeterio), e se questi esseri sentono o, vogliamo dire, sentissero, certo è che il non essere sarebbe per loro assai meglio che l'essere.

Giacomo Leopardi, dallo Zibaldone,
Bologna 19-22 aprile 1826..

..commenta..


24-11-05

..Quando si dice rapita..

*·.¸¸.·»Hedwig And The Angry Inch«·.¸¸.·*
*·.¸¸.·»Origin Of Love«·.¸¸.·*

When the earth was still flat,
And the clouds made of fire,
And mountains stretched up to the sky,
Sometimes higher,
Folks roamed the earth
Like big rolling kegs.
They had two sets of arms.
They had two sets of legs.
They had two faces peering
Out of one giant head
So they could watch all around them
As they talked; while they read.
And they never knew nothing of love.
It was before the origin of love.

The origin of love

And there were three sexes then,
One that looked like two men
Glued up back to back,
Called the children of the sun.
And similar in shape and girth
Were the children of the earth.
They looked like two girls
Rolled up in one.
And the children of the moon
Were like a fork shoved on a spoon.
They were part sun, part earth
Part daughter, part son.

The origin of love

Now the gods grew quite scared
Of our strength and defiance
And Thor said,
"I'm gonna kill them all
With my hammer,
Like I killed the giants."
And Zeus said, "No,
You better let me
Use my lightening, like scissors,
Like I cut the legs off the whales
And dinosaurs into lizards."
Then he grabbed up some bolts
And he let out a laugh,
Said, "I'll split them right down the middle.
Gonna cut them right up in half."
And then storm clouds gathered above
Into great balls of fire

And then fire shot down
From the sky in bolts
Like shining blades
Of a knife.
And it ripped
Right through the flesh
Of the children of the sun
And the moon
And the earth.
And some Indian god
Sewed the wound up into a hole,
Pulled it round to our belly
To remind us of the price we pay.
And Osiris and the gods of the Nile
Gathered up a big storm
To blow a hurricane,
To scatter us away,
In a flood of wind and rain,
And a sea of tidal waves,
To wash us all away,
And if we don't behave
They'll cut us down again
And we'll be hopping round on one foot
And looking through one eye.

Last time I saw you
We had just split in two.
You were looking at me.
I was looking at you.
You had a way so familiar,
But I could not recognize,
Cause you had blood on your face;
I had blood in my eyes.
But I could swear by your expression
That the pain down in your soul
Was the same as the one down in mine.
That's the pain,
Cuts a straight line
Down through the heart;
We called it love.
So we wrapped our arms around each other,
Trying to shove ourselves back together.
We were making love,
Making love.
It was a cold dark evening,
Such a long time ago,
When by the mighty hand of Jove,
It was the sad story
How we became
Lonely two-legged creatures,
It's the story of
The origin of love.
That's the origin of love...

..commenta..


22-11-05

Tanti Auguri..
..Amore mio..

Ti adoro

..commenta..


21-11-05

VORREI
'D'amore di morte e d'altre sciocchezze'
F. Guccini

 
Vorrei conoscer l' odore del tuo paese,
camminare di casa nel tuo giardino,
respirare nell' aria sale e maggese,
gli aromi della tua salvia e del rosmarino.
Vorrei che tutti gli anziani mi salutassero
parlando con me del tempo e dei giorni andati,
vorrei che gli amici tuoi tutti mi parlassero,
come se amici fossimo sempre stati.
Vorrei incontrare le pietre, le strade, gli usci
e i ciuffi di parietaria attaccati ai muri,
le strisce delle lumache nei loro gusci,
capire tutti gli sguardi dietro agli scuri
e lo vorrei
perchè non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io...
Vorrei con te da solo sempre viaggiare,
scoprire quello che intorno c'è da scoprire
per raccontarti e poi farmi raccontare
il senso d' un rabbuiarsi e del tuo gioire;
vorrei tornare nei posti dove son stato,
spiegarti di quanto tutto sia poi diverso
e per farmi da te spiegare cos'è cambiato
e quale sapore nuovo abbia l' universo.
Vedere di nuovo Istanbul o Barcellona
o il mare di una remota spiaggia cubana
o un greppe dell' Appennino dove risuona
fra gli alberi un' usata e semplice tramontana
e lo vorrei
perchè non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io...
Vorrei restare per sempre in un posto solo
per ascoltare il suono del tuo parlare
e guardare stupito il lancio, la grazia, il volo
impliciti dentro al semplice tuo camminare
e restare in silenzio al suono della tua voce
o parlare, parlare, parlare, parlarmi addosso
dimenticando il tempo troppo veloce
o nascondere in due sciocchezze che son commosso. Vorrei cantare il canto delle tue mani,
giocare con te un eterno gioco proibito
che l' oggi restasse oggi senza domani
o domani potesse tendere all' infinito
e lo vorrei
perchè non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io...

..commenta..


16-11-5

Fly Away From Here
Aerosmith


Gotta find a way
Yeah I can't wait another day
Ain't nothin' gonna change if we stay 'round here
Gotta do what it takes
'Cuz it's all in our hands
We all make mistakes
Yeah... but it's never too late to start again
Take another breath and say another prayer

And fly away from here
Anywhere yeah I don't care
We just fly away from here
Our hopes and dreams are out there somewhere
Won't let time pass us by
We just fly

If this life gets any harder now
It ain't no never mind
You got me by your side
And any time you want
Yeah we can catch a train and find a better place
Yeah... a cuz' we won't let nothin' or no one keep gettin' us down
Maybe you and I can pack our bags and hit the sky

And fly away from here
Anywhere yeah I don't care
We just fly away from here
Our hopes and dreams are out there somewhere
Won't let time pass us by
We just fly

Do you see a bluer sky now
You can have a better life now
Open your eyes
'Cuz no one here can ever stop us
They can try but we won't let them... no way

Maybe you and I
Can pack our bags and say goodbye

And fly away from here
Anywhere honey I don't care
We just fly away from here
Our hopes and dreams are out there somewhere
Fly away from here
Yeah... anywhere honey I don't I don't I don't care
Yeah... we just fly

..commenta..